06 July, 2009

"Dove il mondo è di casa"

Quando preparo i post per questo blog, spesso li scrivo tre quattro giorni prima della loro pubblicazione, per avere il tempo di rileggerli. Questa volta avevo scelto di parlare di fotografie. Immaginate la mia sorpresa quando ieri, aprendo il giornale, ho letto di una mostra fotografica dedicata a New York che ribadiva lo stesso concetto che chiudeva il mio post: citando Eraclito, infatti, dicevo che NY è come “un fiume che è sempre lo stesso ma non è mai uguale”. Leggo a pagina 30 ne La Repubblica di ieri*: Un luogo che è sempre uguale e continuamente diverso. Dopo questa premessa che non potevo omettere, torniamo sulle Avenues.


Quale sarà la città più fotografata del mondo? Sicuramente New York è nella top list. La Statua della Libertà, l’Empire State Building, Central Park. Quante foto digitali e non esisteranno di questi soggetti nel mondo? Milioni. Ma a New York, secondo me, le foto più belle sono quelle irripetibili. Quando la magia della città riesce a entrare nella macchina fotografica può succedere di tutto, ad esempio questo:

I due passanti ignorano il loro essere perfettamente impaginati alla vetrina del Sony Store che stanno fiancheggiando. Ovviamente, la foto è photoshop-free.

Non sono una fotografa professionista quindi scatto quando ne sento il bisogno ma non uso particolari tecniche (filtri, zoom speciali, ecc.) ma il movimento e la dinamicità della metro in corsa che si intravede mi ricorda un quadro futurista.

Secondo me questo parcheggio è perfetto. Per non parlare della ragazza...

Il mio consiglio, quindi, se andate a New York è quindi quello di fotografare anche cose all’apparenza insignificanti. Solo così potrete sentirvi davvero a part of it.

Se poi vi trovate dalle parti di Rovereto, allora non perdetevi la mostra
150 scatti scattati dal 1893 e il 2002 in arrivo dal MOMA, al Mart dal 10 luglio all'11 ottobre.


* articolo Dove il mondo è di casa, di S. Ginzberg

7 comments:

la donna con la valigia said...

Condivido, condivido, condivido. E complimenti per le foto!

Fra said...

sono d'accordo oltre ai classici soggetti è bello catturare ciò che rende viva una città
Un abbraccio
fra

alessandra c. said...

che dire... che amo questa città meravigliosa...
proprio ieri dicevo ad una mia amica che "a new york ci si sente a casa, e non ci si sente mai fuori luogo..."

P & M said...

Ogni tuo post ci fa venire una voglia di andare a New York che nemmeno immagini....
Complimenti per le foto: sei riuscita a cogliere gli attimi fuggenti di una città che poche volte capita di riuscire a fotografare... Evidente sei dotata di un buon colpo d'occhio!!!!

Kazu said...

Chissà se riuscirei mai a sentirmi davvero a casa a New York. Nel frattempo ho deciso di allenarmi a rubare attimi qui nel Sol Levante :)

The City said...

@donneconlavaligia: Marina un complimento da te sulle foto vale doppio!

@P&M grazie ragazzi, a questo punto mancate solo voi.

@Kazu di stanze ne ha tante, troveresti sicuramente quella adatta a te, ma direi che stai bene dove stai;):)))

Gea said...

grazie per il consiglio, ci andrò a settembre!

Gea
---
geakaren.splinder.com

Related Posts with Thumbnails