22 December, 2008

The Green Apple


"Scopri un altro lato di NY"

Il celebre logo I NY fu creato da un’agenzia pubblicitaria (che vinse la gara) per promuovere il turismo in tutto lo stato. Ma Milon Glaser, il graphic designer che la inventò, non avrebbe mai immaginato che quella scritta sarebbe diventata per più di trent’anni lo slogan di una delle città più visitate del mondo. Solo quest’anno, infatti, accolto tra mille polemiche, è stato presentato il nuovo logo di New York: identico al vecchio ma con l’aggiunta di una farfalla e di uno scoiattolo (ospite fisso del Central Park). Questo spiega come mai le magliette bianche con la celebre scritta venivano vendute ultimamente a 99 cents… C’è chi dice che sia un richiamo alla natura dello stato, che non si riduce a una singola città. Personalmente, ci ho visto un richiamo all’ecologia, a cui Manhattan è sempre più interessata. Basta pensare alla vicenda dell’albero che ogni anno illumina vista e cuori dal 30 novembre al 6 gennaio: il mitico albero di Natale del Rockfeller Center.




La sua accensione è un vero e proprio evento, come il count-down di Time Square la notte del 31 dicembre. 30.000 lampadine per un fusto alto 22 metri, ma come scrive ecoblog:

Quest’anno l’albero è decorato con 30′000 lampadine a LED, che a parità di luminosità consumano 1/3 delle normali lampadine natalizie. In pratica, il consumo giornaliero di corrente elettrica dell’albero passa da 3510 KWh a 1297.

...Quando l’albero sarà di plastica avremo completato l’opera.
Comunque sia, lo spettacolo è assicurato. Chi ha passeggiato almeno una volta per Manhattan sotto le feste di Natale non potrà mai dimenticare le splendide luci e le lussuose decorazioni.



Sarà banale, ma rimane un momento per poter ancora sognare. E non è certo non ammetendolo che si combattono il consumismo sfrenato e la crisi. Oggi, in tempi di recessione, come tanti anni fa, magari in tempi meno duri, la neve che cade sulla Quinta consola, rincuora come i ragazzi che pattinano spensierati davanti alla statua di Prometeo.
O almeno, nel mio Natale c’è anche questo.

5 comments:

twostella il giardino dei ciliegi said...

Mi sono letta con piacere il post, e concordo ... anche io ho ancora voglia di sognare!
Per stefania e per claudia: tanti auguri!!!

antonietta said...

Adoro Ny anche se non ci sono mai andata.Il tuo post mi ha fatto piacere e sto girovagando x le avenues...
Auguri di Buon Natale

maje said...

Auguri ed ogni bene a voi...!

Kazu said...

Che belle parole Stefi.
Ma devi provare presto anche il Natale a Tokyo, allora sì che si parla di consumismo sfrenato... :D

Grazie a tutti per gli auguri!!! Altrettanti da Zen and The City ^^

Carla said...

TANTISSIMI

A

U

G

U

R

I

ad entrambe!!!

Che sia un Natale sereno sia ad occidente che ad oriente!

Un caloroso e affettuoso abbraccio...quanto mi piacerebbe almeno una volta nelavita passare un Natale a N.Y.!

Un bacio

Carla

Related Posts with Thumbnails