01 July, 2008

お守り。La fortuna in tasca.


Non poggio mai il cappello sul letto e, se regalo un portafogli, ci infilo sempre una monetina. Se ricevo in regalo qualcosa di appuntito pago prontamente pegno; e non auguro mai a nessuno buona fortuna.
"Se qualcuno ti spazza i piedi, non ti sposerai mai". Così da bambina mi tenevo ben lontana dalle scope. E guai a restituire un contenitore vuoto.

Ora qualcuno di voi penserà che sono superstiziosa... :)

In Giappone esiste una sconvolgente quantità di mamori, piccoli amuleti che si dice siano in grado di proteggerci nelle situazioni più disparate. Incidenti stradali, bocciature, malattie, povertà, sterilità; esiste un amuleto specifico per combattere qualsiasi tipo di avversità.
Questi deliziosi amuleti possono essere acquistati in qualsiasi Tempio. Infinite le forme e i materiali; stessa cosa riguardo ai colori. Tendenzialmente il rosso e il bianco, i colori nuziali in Giappone, la fanno da padroni quando si tratta di problemi di cuore. L'oro è quasi sempre presente, sia nei ricami che sotto forma di deliziosi campanellini. La forma è spesso quella di un sacchetto imbottito, contenente una preghierina personalizzata dal Tempio presso il quale si è acquistato (ma è vietato aprirlo, pena l'annullamento della sua efficacia). Il cordoncino di chiusura richiama un motivo specifico ed è spesso intrecciato con fili diversi. Nella foto in apertura vi mostro quello che custodisco nel taschino del mio portafogli, ricevuto in dono dalla mia migliore amica. Un musubi (nodo) semplicissimo, i cui fili andrebbero cuciti nei vestiti. Qui sotto invece il grappolo di mamori che adorna la mia porta di casa...



Per un giapponese non è difficile trasformare un oggetto qualsiasi in un portafortuna, anche se si tratta di un prodotto da consumare. Non dimenticherò mai la faccia della mia amica Vivi-chan quando la costrinsi ad aprire la scatola di cioccolatini Lindt che le regalai per Pasqua. Con nochalance afferrai un ombrellino-carota e cominciai a rosicchiarlo felice. Credo di non averle mai dato dispiacere più grande :)

14 comments:

Matteo 外人 said...

Siiii.. ne ho presi due anche io a Kyoto, in quell'enorme tempio rosso che si vede anche in Lost in Translation.
Uno era per la salute e l'altro per gli esami. ^^
Li ho tuttora appesi qui davanti..

カズ ・クラ kazu.kura said...

Matteo:
sei stato nello Heian-jingu :)
Quel Tempio fu costruito nel 1895 per risollevare il morale della città, dopo che Tokyo divenne capitale nel 1868.
Lo stile richama fortemente lo stile della dinastia cinese Tang, con i suoi pilastri rossi e le tegole verdi... Vorrei vedere i tuoi mamori :)

nicolacassa said...

Noo, povera Vivi-chan!!! :) Io per principio non compro nulla nei templi, perchè quellì già non pagano le tasse, e in più si fanno pagare per misere scememnze...pidocchi! Meglio comprare i portafortuna nei negozi! :)

vivi.roma said...

Kazu-chan*

Quando vedo gli omamori, sento come se fossi protetto veramente con l'amore caloroso. l'amore come quello di nonni^^

A proposito, sai? quei chioccolati formati a ombrellino-carota e un coniglio ancora sta qua^^
Sei brava osservatrice*

カズ ・クラ kazu.kura said...

Nic:
ma quanto sei cattivello??? :D
Non so come funzioni nei templi per quanto riguarda il sistema fiscale, ma sono posti meravigliosi e di difficilissima manutenzione e in qualche modo dovranno pure sostentarsi.

Vivi-chan:
quando vengo a Tokyo finisco di mangiare tutti i tuoi ombrellini-carota ahahah

fratty said...

pure io ne ho presi 2, al kiyomizudera, decisamente il mio tempio preferito :D

twostella il giardino dei ciliegi said...

Veramente bellissimi, se non scacciano i guai almeno sono colorati e allegri. Post molto interessante! è da poco che leggo qs blog e mi si apre un mondo di cui non so assolutamente nulla. Grazie!

カズ ・クラ kazu.kura said...

Grazie a te Twostella, spero che tornerai a trovarci spesso. Magari con uno dei tuoi fantastici dolci al cucchiaio (pagherei oro per averne uno qui, adesso!!!).
E aggiungerei slurp ^^

Stefania Campanella said...

Veramente, portacene uno (senza ombrellini:-) e torna a trovarci,

The City

カズ ・クラ kazu.kura said...

Stefi ho linkato gli ombrellini-carota, guardali e dimmi come facevo a resistere :D

tua Zen

dragolino said...

Grazie a te :)Sarà un piacere frugare tra le pieghe di questa vostra casa che mi porta verso cose che amo, Tokyo mi ha regalato l'Aikido puro insieme ai miei compagni e al mio Sensei e quel senso di insieme e cerchio che è anche natura stessa dell'aikido.
Grazie

p.s. non mi sembre di poter aggiungere foto le invio alla mail :)

Matteo 外人 said...

Kazu posterò una foto sul mio blog così li vedi! ^^

nicolacassa said...

Da quando non mi hanno concesso di utilizzare il cavalletto per fare una foto in un interno, non li sopporto! Visto che avevo pagato il prezzo del biglietto per l'entrata, avrei gradito per lo meno una spiegazione!!

Cinghius said...

Grazie per l'aiuto col mio omamori!

Mi sono bevuto questo post in
un colpo! Alla prossima!

Related Posts with Thumbnails