25 June, 2008

I live NY.


New York è puro cibo per la mente. Di chiunque. Qualunque siano i gusti delle vostre papille sensitive, non rimarrete mai a bocca asciutta. Soprattutto se quello che cercate sono delle nuove note. In questa città, infatti, esistono moltissimi locali dove ascoltare gruppi emergenti di qualunque genere. Il tutto, dalle 7pm a mezzanotte per soli 8 euro.
Sotto consiglio di Kiara, una ragazza molto brava che vive sei mesi in Italia e sei mesi a NY cantando, io sono stata all’Arlene’s Grocery, ma anche il Knitting Factory è ottimo (ce ne sono tanti, tutti rigorosamente sotto la 42th). Io ho ascoltato un gruppo molto bravo, i Lost Revolution, un po’ troppo Nickelback ma forti, e Will Hanza (lo vedete in questi pochi secondi di video che ho girato durante la sua esibizione) un chitarrista sperimentale geniale che ha anche suonato la chitarra con i denti. L’ambiente è tranquillo e lo consiglio davvero a tutti gli assetati di nuova musica.

Certo, pagherei oro per poter camminare per le vie di New York negli anni Novanta, quando in un locale chiamato Sin-é, dopo la mezzanotte si esibiva, in cambio di una cena, il grande unico ed emozionante Jeff Buckley, la voce degli angeli.

4 comments:

dede said...

eccomi! ho appena avuto il tempo di dare una veloce scorsa ma tornerò presto per leggere tutto quanto, a naso direi che abbiamo qualcosa in comune. per intanto posso dire che lo scambio di link mi sembra una buona idea. ciau, a presto

sariti said...

ma che bello il vostro blog!io ci sono arrivata tramite comida...hai scritto la cosa giusta poi "jeff buckley, la voce degli angeli"...a presto*

Stefania Campanella said...

Caio Sariti, benvenuta. Se vuoi leggere un racconto su NY e Jeff Buckley contattami in privato a thecity@zenandthecity.com

カズ ・クラ kazu.kura said...

uh ho capito quale, io l'ho lettooo...
Lo rimandi anche a me??? :)

Related Posts with Thumbnails