27 June, 2008

玄関。Ode al genkan.


Chiudo con precisione la porta del vecchio ascensore e, con grande coraggio, mi arrampico sull'ultima rampa di scale che mi separa beffarda dal poter decretare il ritorno a casa.
La porta blindata rimbomba alle mie spalle, getto la borsa sullo zafu vicino all'ingresso.
Tadaima. Sono tornata. Mi sfilo le scarpe e salgo sul mio tappeto sardo. Bianco, tessuto a grani con un motivo tradizionale. Un genkan sardonipponico, il mio.
Sistemo le scarpe con la punta rivolta verso l'ingresso e mi appresto a godermi il mio quotidiano, meritatissimo ritorno a casa.

In tutte le case giapponesi e in tantissimi locali, è d'obbligo levarsi le scarpe prima di entrare.
Il genkan è lo spazio adibito a questa funzione, e separa l'area interna da quella esterna. Generalmente è costituito da un atrio costeggiato da un armadio o da ripiani, dove si ripongono le scarpe e i vari accessori. Nella foto è ritratto il genkan di un ristorante tradizionale, con tanto di pedana centrale che aiuta a "guadare" l'ampio atrio.


O-agarinasai. "Salga pure, prego." Tramite un gradino si accede all'interno della casa o del locale, facendo ben attenzione a non salire con le scarpe nè a poggiare i piedi sul pavimento dell'ingresso. La padrona di casa provvederà a sistemare le nostre scarpe, allineandole per bene e con le punte rivolte verso l'esterno.

In tutte le case dei miei amici ho le mie ciabattine personali, e a casa mia riservo loro lo stesso trattamento. Dai miei genitori sono di spugna, bianche e morbide, con le ciliegie ricamate.
Dalla mia Sensei di pittura sumi, invece, tra le slipper a disposizione per noi allievi, prediligo sempre quelle aperte davanti e con l'incrocio.
Gli appartamenti di Tokyo sono spesso piccini e privi di terrazzo. Così ecco che il genkan diventa un piccolo deposito, un luogo da riutilizzare con destrezza: la mia amica ci tiene la bici e qualcuno... ci stende i panni :)

Non vi resta che godervi il piacere di ciabattare in casa d'altri e, mi raccomando: attenzione al fatidico buco sul calzino.

17 comments:

zazie said...

La prima volta che il mio compagno, giapponese, e' venuto in Italia si sentiva molto a disagio a entrare in casa con le scarpe. Al contrario mio padre quando e' venuto a Tokyo si vergognava a togliersi le scarpe in casa di sconosciuti o al ristorante :-)).

Stefania Campanella said...

Scusa ma quindi una persona come te che è piena di amici ha un armadio infinito pieno di scarpe altrui?

Se fosse possibile, praticherei anche io l'abbandono delle scarpe in casa, solo che in occidente viene vissuta male; viene subito in mente il calzino bianco bucato... invece sarebbe giusto. Io ad esempio non entro con le scarpe in camera da letto.

カズ ・クラ kazu.kura said...

Zazie:
onoratissime della tua visita.
Ti scrivo presto che ho un sacco di domande su una cosina che abbiamo in comune... ;)


Stefi:
le scarpe degli ospiti si lasciano ben allineate e con le punte rivolte all'esterno per facilitarne la "calzatura" (si dirà così???).
Attualmente nella mia scarpiera, oltre alle 17 paia di scarpe estive (hem), ci sono 7 paia di ciabattine colorate per gli ospiti (tu avevi "vinto" quelle rosa, ti ricordi?).

zazie said...

Grazie della visita Kazu e aspetto presto le tue domande ^-^;. Davvero vieni downunder in Ottobre?

Elena said...

Grazie cara della tua visitina, nn ci speravo piu ^^
:O)
A londra andrò il 7 luglio...sono in trepidazione..hihihihi
Mi piace molto qst blog, avevo visitato solo l'altro. Adesso mi leggo un po intorno ^^
un bacio, buona serata!

ELENA

カズ ・クラ kazu.kura said...

Grazie a te!
Scegli le ciabattine e mettiti comoda :)

Marco said...

Complimenti per il blog e grazie per aver visitato My Way.

カズ ・クラ kazu.kura said...

Marco:
onoratissima, ricambio con un profondo inchino :)
PS. appena scaricato il nuovo Firefox ma amo troppo l'interfaccia di Camino...

comidademama said...

l'architettura delle case giapponesi, sia moderne che classiche è bellissima

ho viaggiato brevemente in Giappone e ho molti amici giapponesi. Ho in programma di tornare presto, ho anche uno chef che mi ha invitato a lavorare come guest cook nel suo ristorante a Himeji, un'editrice mi ha messo in contatto con lui per fargli tre giornate full immersion di cucina regionale italiana con abbinamenti di vino. Meno male che ho più di una amica somellier!
Se n'è tornato in Japan con la MIA microplane e io ho avuto un invito.

Che voglia di prendere un aereo immediatamente.

comidademama said...

ed è vero che da noi è tabu togliersi le scarpe.

In Olanda, dove ho vissuto per 4 anni e mezzo, ho imparato quanto fosse intelligente e sano e pratico.
In USa anche, le persone non ti conoscono ed entrano in casa tua togliendosi le scarpe, ha fatto impressione anche a me vedere mia mamma e mio papà in calzini ad un brunch servito a casa di nostri vicini di casa, lui italiano e lei americana.

カズ ・クラ kazu.kura said...

Comida de Mama:
ho letto tutto d'un fiato i tuoi bellissimi post sulle giornate di cucina con Yamamoto-san. E non solo. E poi, chi avrebbe dormito stanotte senza scoprire cosa è "la tua microplane"... :)

Il discorso italiani-scarpe è un'infinita risorsa di riflessioni. Per noi le scarpe sono accessori spesso più importanti dei gioielli, non sai che shock fu per me dover sfilare le mie Debut la prima volta che andai a cena dai vicini (ero in Giappone da 24 ore...). Ora osservo divertita la stessa reazione sui volti dei miei amici.

occhidaorientale said...

...La tua casa deve essere incantevole :)


Un bacio e buon week end!

:*

カズ ・クラ kazu.kura said...

Occhidaorientale:
お上がりなさい。O-agarinasai ^^

Rob said...

A me succede che quando ritorno in Italia mi viene da chiedere a mia madre se posso veramente entrare con le scarpe :-)
Ma sento subito un certo disagio e uso di solito delle comodissime pantofole.
L'ingresso qui nella mia casa a Osaka è molto piccolo e la sera è pieno di scarpe... con i bambini poi... bisogna fare attenzione a non calpestarle.

Rob

カズ ・クラ kazu.kura said...

Rob:
Nella famiglia di mia madre, invece, hanno sempre applicato questa regola. Anche per questo motivo ho un po' di Giappone dentro me da sempre :)

il tuo genkan deve essere fantastico!!! :)
Perché non fai una foto e ce la mandi??

nicolacassa said...

E' molto grave il buco nel calzino?? :)

Stefania Campanella said...

il buco e' gravissimo, almeno nel west side ahaha

Related Posts with Thumbnails